Dalle lingue all’educazione alla sostenibilità:
nelle Indicazioni nazionali del primo ciclo
più attenzione alle competenze di cittadinanza
Il 22 la presentazione al MIUR del documento per le scuole

Il rafforzamento delle competenze di cittadinanza nelle Indicazioni nazionali del I ciclo di istruzione. Sarà questo il tema al centro dell’evento che si terrà il prossimo 22 febbraio al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, a partire dalle ore 14.30.

Nella Sala della Comunicazione sarà presentato il documento “Indicazioni nazionali e nuovi scenari”, predisposto dal Comitato scientifico nazionale per le Indicazioni nazionali della scuola dell’Infanzia e del primo ciclo di istruzione, coordinato dal professor Italo Fiorin.

Nel corso dell’evento interverranno anche altri due componenti del Comitato:  Giancarlo Cerini Sergio Cicatelli. Alla presentazione parteciperanno la Ministra Valeria Fedeli, la Capo Dipartimento per il Sistema educativo di istruzione e formazione, Rosa De Pasquale, la Capo Dipartimento per la Programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali, Carmela Palumbo, il Direttore Generale per gli Ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, Maria Assunta Palermo.

Le Indicazioni nazionali, emanate nel 2012,  sono il documento di riferimento per la progettazione del curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione. Fissano in maniera prescrittiva le finalità e i traguardi che vanno garantiti a tutte le alunne e a tutti gli alunni. A più di cinque anni dalla loro pubblicazione, le Indicazioni vengono rilanciate e rilette dando maggiore centralità e trasversalità al tema della cittadinanza che attraverserà tutte le discipline per offrire a studentesse e studenti le necessarie competenze per affrontare le sfide dell’oggi e del domani, dei cambiamenti in atto, attraverso la valorizzazione dell’educazione alla sostenibilità, delle lingue, del pensiero matematico e computazionale, del digitale, delle arti.

Il documento che viene consegnato alle scuole del primo ciclo sarà messo alla prova e sarà oggetto di consultazione con le istituzioni scolastiche statali e paritarie e con la comunità scientifica nazionale prima dell’adozione definitiva.

L’evento del 22 potrà essere seguito in diretta streaming sul sito del Ministero, www.miur.gov.it.

Per accrediti stampa:
uffstampa@istruzione.it