IL DIRETTORE GENERALE

VISTO il Decreto Legge 16 maggio 2008 n. 85, recante “Disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione dell'articolo 1, commi 376 e 377, della Legge 24 dicembre 2007, n. 244", convertito con modificazioni dalla Legge 14 luglio 2008, n. 121;

VISTO il D.P.C.M. 6 agosto 2008, recante “Ricognizione, in via amministrativa delle strutture trasferite al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca”, ai sensi dell'articolo 1, comma 8, del Decreto Legge 16 maggio 2008 n. 85, convertito con modificazioni dalla Legge 14 luglio 2008 n. 121;

VISTO il D.P.C.M 11 febbraio 2014 n. 98, recante il “Regolamento di organizzazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca”;

VISTO il D.M. 26 settembre 2014 n. 753, recante “Individuazione degli uffici di livello dirigenziale non generale dell'Amministrazione centrale del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca”;

VISTO il Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n. 33, recante "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni" e ss.mm.ii.;

VISTA la Legge 14 gennaio 1994, n. 20 e ss.mm.ii., recante “Disposizioni in materia di giurisdizione e controllo della Corte dei Conti”;

VISTI i Codici Unici di Progetto (CUP) di cui all’art. 11 della Legge 16 gennaio 2003, n. 3;

VISTO il Decreto Legislativo 27 luglio 1999 n. 297 e ss.mm.ii.,recante il “Riordino della disciplina e snellimento delle procedure per il sostegno della ricerca scientifica e tecnologica, per la diffusione delle tecnologie, per la mobilità dei ricercatori” e in particolare l’art. 5 che prevede l’istituzione del Fondo Agevolazioni alla Ricerca (FAR);

VISTI il Decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca dell’8 agosto 2000 n. 593, recante “Modalità procedurali per la concessione delle agevolazioni previste dal D. Lgs. 27 luglio 1999 n. 297” e ss.mm.ii. nonché il D.M. del 6 dicembre 2005 n. 32445/Ric., recante “Adeguamento alla Disciplina Comunitaria dei criteri di individuazione delle piccole e medie imprese” e il D.M. del 2 gennaio 2008 n. prot. Gab./4, recante “Adeguamento delle disposizioni del D.M. 593/2000 alla disciplina comunitaria sugli aiuti di stato alla ricerca, sviluppo ed innovazione di cui alla Comunicazione 2006/C 323/01”;

VISTO il Decreto n. 90402 del 10 ottobre 2003 del Ministero dell’Economia e delle Finanze, recante “Criteri e modalità di concessione delle agevolazioni previste dagli interventi a valere sul Fondo per le agevolazioni alla ricerca (FAR)” e ss.mm.ii.;

VISTO il Decreto Legge 22 giugno 2012, n. 83 convertito con modificazioni dalla Legge 7 agosto 2012 n. 134, recante “Misure urgenti per la crescita del Paese”, capo IX “Misure per la ricerca scientifica e tecnologica”;

VISTO il Decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del 19 febbraio 2013 n. 115,
registrato alla Corte dei Conti in data 13 maggio 2013 reg. 6 foglio n. 118, recante disposizioni attuative come previste ai sensi dell’art. 62 del medesimo Decreto Legge 22 giugno 2012 n. 83;

VISTO il Decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del 26 luglio 2016 n. 593, registrato alla Corte dei Conti in data 4 agosto 2016 al foglio n. 3215 e pubblicato in G.U. del 23 agosto 2016 n. 196, recante disposizioni per la concessione delle agevolazioni finanziarie, a norma degli articoli 60, 61, 62 e 63 del Decreto Legge 22 giugno 2012 n. 83, convertito, con modificazioni, dalla Legge 7 agosto 2012 n. 134;

VISTO il Decreto Direttoriale 19 aprile 2013 n. 723, recante lo “Schema di garanzia a prima richiesta”, utilizzabile per gli anticipi a valere su fondi FAR;

VISTO il Decreto Ministeriale n. 10 del 5 gennaio 2018, art. 3, registrato dal competente Ufficio Centrale di Bilancio con visto n. 130 del 13 febbraio 2018, con il quale il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha assegnato al Capo Dipartimento, preposto al Centro di responsabilità amministrativa denominato “Dipartimento per la formazione superiore e per la ricerca”, le risorse relative alla realizzazione dei programmi affidati al medesimo Centro di responsabilità amministrativa;

VISTO il decreto del Capo Dipartimento del 15 febbraio 2018, n. 312, registrato dal competente Ufficio Centrale di Bilancio con visto n. 171 del 28 febbraio 2018, con il quale, tra l’altro, viene attribuita al Direttore preposto alla Direzione Generale per il Coordinamento, la Promozione e la Valorizzazione della Ricerca, la delega per l’esercizio dei poteri di spesa in termini di competenza, residui e cassa sui capitoli e piani gestionali ivi specificati;

VISTO il decreto n. 605 del 22 marzo 2018, registrato dal competente Ufficio Centrale di Bilancio con visto n. 241 del 23 marzo 2018, del Direttore Generale per il Coordinamento, la Promozione e la Valorizzazione della Ricerca, di attribuzione della delega per l’esercizio dei poteri di spesa in termini di competenza, residui e cassa;

VISTO il Decreto Direttoriale n. 852 del 10 aprile 2018 a parziale rettifica di quanto già disposto con il Decreto Direttoriale n. 605 del 22 marzo 2018 relativo all’attribuzione dei poteri di spesa in termini di competenza, residui e cassa ai Dirigenti della Direzione Generale per il Coordinamento, la Promozione e la Valorizzazione della Ricerca dei capitoli di bilancio assegnati con Decreto del Capo Dipartimento n. 312 del 18 febbraio 2018;

VISTO il Decreto Ministeriale 22 maggio 2012 n. 362/Ric., come registrato dalla Corte dei Conti in data 28 giugno 2012, Reg. 10 foglio 137, con il quale il Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca, ai sensi dell'articolo 12 comma 1 del richiamato DM n. 593/00, ha individuato la necessità di interventi nell'ambito "Smart Cities and Communities", relativamente all'intero territorio nazionale, con una conseguente allocazione di risorse a valere sul Fondo per le Agevolazioni alla Ricerca (FAR) pari a 655,5 milioni di Euro per gli anni 2010 e 2011;

VISTO l’Avviso per la presentazione delle Idee progettuali per Smart Cities and Communities and Social Innovation per interventi e per lo sviluppo di città intelligenti su tutto il territorio nazionale, di cui al Decreto Direttoriale del 5 luglio 2012, prot. n. 391/Ric. finalizzato a introdurre innovazioni attraverso progetti di ricerca fortemente innovativi e ss.mm.ii.;

VISTO il Decreto Direttoriale 8 febbraio 2013, n. 231/Ric. con cui è stata istituita la Commissione di valutazione delle Idee Progettuali e dei Progetti di Innovazione Sociale per ciascuna area tecnologica innovativa la cui composizione è stata successivamente integrata con il Decreto Direttoriale 13 febbraio 2013, n. 256/Ric. ed il  Decreto Direttoriale 15 febbraio 2013, n.285/Ric.;

VISTI i Decreti Direttoriali del 28 febbraio 2013 n. 370 e del 14 marzo 2013 n. 468, recanti l’approvazione delle Idee Progettuali ammesse alla presentazione della progettazione esecutiva;

VISTI i Decreti Direttoriali del 28 febbraio 2013 n. 371 e del 24 giugno 2013 n. 1222, recanti l’approvazione dei progetti di innovazione sociale;

VISTO il Decreto del Capo Dipartimento n. 2057 del 31 ottobre 2013 con cui è stata approvata la graduatoria per dei progetti esecutivi di ricerca ai quali sono stati abbinati i progetti di innovazione sociale come da Allegati 1 e 2 del medesimo provvedimento;

VISTI i disciplinari del 2 dicembre 2013 n. 29735, n. 29743, n. 29708, n. 29745, n. 29747, n. 29707, n. 29742, n. 29738; del 3 dicembre 2013 n. 29739, n. 29861, n. 29862, n. 29864, n. 29865,  n. 29867, n. 29868, n. 29869, n. 29870; del 5 dicembre 2013 n. 30124, n. 30125, n. 30127; del 6 dicembre 2013 n. 30253; del 10 dicembre 2013 n. 30355, n. 30366; del 13 dicembre 2013 n. 30690, relativi alla nomina degli Esperti tecnico-scientifici incaricati per l’attività di valutazione in itinere comprensiva della rideterminazione dei costi progettuali;

PRESO ATTO degli esiti delle valutazioni in itinere comprensive della rideterminazione dei costi progettuali effettuate dagli Esperti tecnico-scientifici;

VISTO il Decreto Direttoriale del 13 febbraio 2014 n. 428 (registrato dalla Corte dei Conti in data 11 settembre 2014, foglio 4082), con cui sono stati approvati definitivamente i progetti ammessi alle agevolazioni come da graduatorie approvate con  Decreto del Capo Dipartimento n. 2057 del 31 ottobre 2013, con la relativa ripartizione dei costi a seguito della rideterminazione dei costi progettuali effettuata dagli Esperti tecnico-scientifici;

VISTO il Decreto Direttoriale del 5 giugno 2014 n. 1973, registrato alla Corte dei Conti in data 11 settembre 2014 al foglio 4096, con il quale è stato ammesso a finanziamento il progetto SCN_00442 “SMART AGING – Piattaforma di servizi per acquisizione e elaborazione di dati personali per il prolungamento della vita attiva e il miglioramento del benessere, della cura e della prevenzione nella popolazione anziana” e SIN_00116 “ITIF – Un’innovazione sociale per valutare e prevenire la frailty nella popolazione anziana”;
VISTO il Decreto Direttoriale del 23 settembre 2014 n. 2716, come rettificato dal  Decreto Direttoriale del 25 novembre 2014 n. 4060 con cui vengono nominati la Dott.ssa Silvia Nardelli ed il Dott. Antonio Di Donato in qualità di Responsabili del Procedimento di cui all’Avviso del 5 luglio 2012 n.391/Ric, al fine di garantire univocità di gestione di tutte le fasi necessarie all’attuazione dei Progetti ammessi a beneficio.

VISTO il Decreto Direttoriale del 7 agosto 2015 n. 1914, registrato alla Corte dei Conti in data 25 settembre 2015 con il n. 3962, con il quale è stato rettificato il decreto di concessione del finanziamento n. 1759 del 16 maggio 2014 a seguito di alcune variazioni intervenute nelle compagini progettuali e della rimodulazione tra il progetto SCN_00442 ed il progetto SIN_00116 al primo abbinato;

PRESO ATTO del verbale di assemblea del 14/09/2018 con il quale il soggetto beneficiario CONNEXXALIFE S.r.l. ha deliberato la modifica della denominazione sociale da “CONNEXXALIFE S.r.l.” a “Nufirst S.r.l.” ed il trasferimento della sede legale da Catanzaro (CZ) a Cologno Monzese (MI) rimanendo invariati i dati societari a rilevanza fiscale e giuridico-amministrativa;

PRESO ATTO dell’esito dei supplementi istruttori eseguiti da Invitalia S.p.A., soggetto a supporto del Ministero per le attività di verifica tecnico-amministrativa, di cui alla nota prot. MIUR n. 0018971 del 15 novembre 2018, con cui il predetto rappresenta che non vi sono motivi ostativi al proseguimento dell’iniziativa in considerazione della sussistenza in capo alla società Nufirst S.r.l. dei requisiti soggettivi di ammissibilità;

CONSIDERATA la necessità di dover procedere a una rettifica del Decreto Direttoriale n. 1759 del 16 maggio 2014, come rettificato con Decreto Direttoriale del 7 agosto 2015 n. 1914;

Tutto quanto ciò premesso e considerato,

DECRETA

Articolo 1

1. Di prendere atto delle variazioni societarie che hanno interessato il soggetto beneficiario CONNEXXALIFE S.r.l. e in particolare della variazione di denominazione  sociale da CONNEXXALIFE S.r.l. a Nufirst S.r.l. congiuntamente con il trasferimento della sede legale da Catanzaro (CZ) a Cologno Monzese (MI), con invarianza dei dati societari a rilevanza fiscale e giuridico-amministrativa.

2. All’articolo 1, comma 1, del Decreto di concessione delle agevolazioni prot. n. 1759 del 16 maggio 2014, registrato alla Corte dei Conti in data 11 settembre 2014 al foglio 4092, negli allegati “Schede costi ed agevolazioni” e CUP, l’indicazione “CONNEXXALIF S.r.l.” è sostituita da “Nufirst S.r.l.”.

3. Restano ferme tutte le disposizioni contenute nel Decreto di concessione del 16 maggio 2014 avente prot. n. 1759 e ss.mm.ii..

 

Articolo 2

1. Il presente decreto non comporta variazioni e, pertanto, non viene sottoposto al controllo preventivo di legittimità su atti da parte  della Corte dei Conti.

2. Il presente decreto è pubblicato secondo le forme di legge.

 

IL DIRETTORE GENERALE
(Dott. Vincenzo DI FELICE)