La borsa individuale di mobilità all’estero viene offerta ai cittadini italiani che non abbiano ancora compiuto il 30° anno di età e che siano in possesso di una laurea magistrale/specialistica in discipline linguistico-letterarie.

All’assistente di lingua italiana è richiesto di svolgere attività didattiche presso una scuola ospitante, in uno tra i paesi dell’Unione europea con i quali l’Italia ha rapporti di cooperazione bilaterale (Austria, Belgio, Francia, Irlanda, Regno Unito, Repubblica Federale di Germania e Spagna) e di cui l’assistente conosce la lingua.

L’assistente è chiamato a svolgere attività didattiche per un periodo di tempo di circa 8 mesi, nell’ambito dell’insegnamento della lingua italiana come lingua straniera.

Le attività didattiche vengono svolte in compresenza con il docente di lingua e cultura italiana della scuola ospitante per un monte ore settimanale di almeno 12 ore.

Approfondisci