Il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca attribuisce una carta nominativa a tutti gli studenti delle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado statali e paritarie, denominata “Carta dello Studente”.
L’iniziativa si colloca tra quelle volte a promuovere il diritto allo studio e il welfare dello studente. Il progetto è promosso dal Miur su richiesta delle maggiori rappresentanze istituzionali e associative degli studenti e dei genitori.

Quando e a chi
“IoStudio - la Carta dello Studente” viene consegnata ogni anno, direttamente a scuola, a tutti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie in Italia.

Cosa offre
Gli studenti possono usufruire della prima rete in Italia di partenariato privato/pubblico a favore dei giovani. Tale rete offre sconti e agevolazioni di natura culturale ed edutainment (intrattenimento educativo) per cinema, musei, libri, materiale scolastico e audio-visivo, telefonia e internet, tecnologia, viaggi, vacanze studio e molto altro ancora.
Il tutto per favorire anche la mobilità degli studenti, l’accesso ai beni architettonici e ambientali, l’utilizzo di prodotti e servizi di natura tecnologica a supporto della didattica.

Un programma di servizi sempre più ampio
IoStudio è diventato lo strumento di potenziamento del diritto allo studio su tutto il territorio nazionale. Ha avviato il programma di ampliamento dei servizi collegati, lanciando nuove partnership, nuove offerte per gli studenti e nuove esperienze, destinate a sensibilizzare la comunità studentesca verso le tematiche del diritto allo studio collegato alla digitalizzazione.

Un borsellino elettronico
La Carta è anche un borsellino elettronico attivabile dallo studente: può essere utilizzata come una carta prepagata ricaricabile senza alcun canone o costo di gestione per le famiglie. Il monitoraggio delle operazioni e la sicurezza negli acquisti online fanno della Carta lo strumento privilegiato per realizzare le politiche di educazione finanziaria e di promozione dell’uso della moneta elettronica promosse dal Miur.

Un circuito costruito dal basso
Il progetto ha dato il via alla costruzione della prima rete inter-istituzionale italiana di strutture e servizi di natura culturale accessibili agli studenti. Consente, inoltre, a tutti i soggetti privati interessati di diventare partner del progetto IoStudio.
Il circuito, che ad oggi conta oltre 20.000 esercenti, si amplia continuamente in base alle segnalazioni effettuate direttamente dagli studenti.